Ricerca nel sito

in www.tangocaffe.it
Home page | Tango oggi | Milonghe | Scuole di tango | DJ Tango | Arte | Poesie | Video tango | Abrazos
 
 

testo di Massimo Di Marco

Tango Rubato

Viaggio de El Choclo da Villoldo ad Amstrong

el choclo
angel villoldo Il 7 febbraio 1903 Angel Villoldo, musicista e poeta, consegna la partitura di un nuovo tango a Josè Luis Roncallo che dirigeva un'orchestra al ristorante El Americano di Cangallo 966, poi Teniente General Perón. Era un ristorante ben frequentato e si dice che il proprietario odiasse il tango, a quell'epoca ritenuta musica proibita fra gli aristocratici. Così si spiega come il tango di Villoldo apparisse nel repertorio consegnato ai tavoli come Danza Criolla. Non tutti gli storici sono d'accordo su questa versione, in ogni caso il pubblico applaude El Choclo, probabilmente composto da Villoldo nel 1898.
  Tangolibri
  TANGOTECA
tango Tango Oggi
  MORA GODOY, CHANTECLER
Il tango avanza verso il suo passato
  TUTTI CHACAREROS!
  angel villoldo TANGO RUBATO
Viaggio de El Choclo da Villoldo ad Amstrong
  LULAMIAO VI MANDA TANTI BESOS
Dalla galassia del tango
  Io bacio il tuo tango
  Milonghe al bacio
  CHE PECCATO NON SONO ARGENTINA
  UN NUOVO BORGES
  IL TANGO DELLE TANE

Le letra riproducono l'indole picaresca del compositore che amava prelevare le sue ispirazioni dalla strada e dal linguaggio popolare dei giovinastri, divertiti dal doppio senso di certe parole. Che in questo tango rimbalzano da una storietta agreste ad un raccontino che si potrebbe leggere in due modi. Il titolo sembra riferito alla pannocchia di mais. Irene, la sorella di Villoldo, un giorno ha detto che rappresentava la figura di un birbante che si aggirava per Buenos Aires con i suoi capelli color mais e che avrebbe saputo questo da Marambio Catán.

L'allusione di Villoldo - quella meno innocente - sembra averla vinta, ma non con un gran punteggio, presso gli storici e l'universo dei collezionisti. A prescindere dal titolo, volutamente o malignamente equivoco, il tango ha un bel successo e procura a Villoldo gli incassi che nel 1905 gli permetteranno di andare a registrare la sua musica a Parigi, più avanzata rispetto a Buenos Aires riguardo a laboratori e a macchine adatti allo scopo.

Marambio Catán, poeta, compie un'incursione sul testo scritto da Villoldo nel 1930 o poco dopo. Nel 1947 scende in campo Enrique Santos Discépolo che cambia nuovamente le parole con tagli o modifiche più radicali.
El Choclo sembra aver terminato il suo viaggio già abbastanza movimentato. Invece c'é un colpo di scena. Nel 1952 esce negli Stati Uniti una canzone che ha per titolo Beso de fuego, in inglese Kiss of fire. Gli autori della musica e della parte poetica sono Lester Alien e Robert Hill. Nessuno al mondo mette in dubbio che si tratti di un furto: la somiglianza con El Choclo é evidente.

C'é la bufera. Allora gli autori ammettono di essersi fortemente ispirati al tango di Villoldo ma di averlo adattato con due modifiche al ritmo della prima parte e un arricchimento nella seconda con un fraseggio ispirato al flamenco. La terza é stata segata. Il 19 marzo 1955 Louis Armstrong inserisce El Choclo, con il titolo Kiss of fire, in un disco che la Decca distribuisce anche in Argentina, precisando che l'autore è Villoldo e che le letra sono di Marambio Catán e di Discépolo.

Nello stesso anno esce un film con lo stesso titolo ( Kiss of fire) con Jack Palance e Barbara Rush. Le note de El Choclo sono molto riconoscibili nella colonna sonora.
Ciò suscita nuove ire, battibecchi e scontri. Tutti quanti sono soltanto d'accordo sul fatto che Louis Armstrong abbia messo nel suo repertorio un pezzo che canta divinamente.

Il 13 marzo del 2008 Microcosmo Dischi pubblica un inaspettato CD con il titolo Sulle rive del tango. La presentazione dice che si tratta di una raccolta di tanghi involontari. Ovvero suoni, musiche e canzoni che finiscono per accostarsi alle pulsioni del mondo del tango. Le recensioni oscillano tra il Tango Nuevo e qualcosa che lambisce Astor Piazzolla. Il pezzo numero 7 è El Choclo (Kiss of fire) tango del 1903 che Louis Armstrong canta nel 1955.

Louis Amstrong

(mdm- ottobre 2011)

 

Kiss of fire

I touch your lips and all at once the sparks go flying
Those devil lips that know so well the art of lying
And though I see the danger, still the flame grows higher
I know I must surrender to your kiss of fire

 

 

 
Su questo sito

Tangoteca

  Tangolibri
  Cafรจ Gavito
  Tangueros & Tangueras
  Storie
  Teatro
  Poesie Celebri

Tango Oggi

  Milonghe
  Scuole di tango
  DJ Tango
  Arte
  Le vostre Poesie
  Abrazos

TangoCaffe

  Voci nella Milonga
  Massimo Di Marco
  Contatti: info@tangocaffe.it
   
   
   
© 2007- 2011 Tangocaffe. All rights reserved. Consulente web marketing - SEO specialist - Cristina Strachinaru